Pd Calabria: “Grande stupore per dichiarazioni Cannizzaro”

“Con grande stupore e anche una buona dose di incredulità, abbiamo letto le dichiarazioni dell’onorevole Francesco Cannizzaro in merito al Pon Metro di Reggio Calabria e alle presunte inefficienze nell’attività di programmazione e spesa. Ci preme evidenziare, al riguardo, che le esternazioni dell’esponente reggino di Forza Italia appaiono dettate più dalla voglia di polemizzare che non da argomentazioni supportate da un’adeguata conoscenza della situazione. In altre parole, Cannizzaro ha preso una colossale cantonata”.
E’ quanto afferma Giovanni Puccio della segreteria provinciale del Partito Demicratico che aggiunge: “Reggio Calabria è tra le prime città Metropolitane per stato di avanzamento del Pon Metro. Un dato questo, rilevato di recente anche dal Sole 24 Ore lo scorso 26 settembre in una classifica che colloca la città dello Stretto al quarto posto per utilizzo dei fondi europei, dietro solo a Bari, Firenze e Milano. Le misure che sono state concretamente attuate – prosegue Puccio – stanno già cambiando il volto della città e il modo stesso di concepire i processi di sviluppo del territorio che oggi, a differenza del passato, si fondano su modelli partecipativi che coinvolgono un ampio partenariato e lo stesso tessuto sociale e produttivo. Pensiamo ad esempio al rinnovo della flotta dei bus che ha rilanciato il sistema di trasporto pubblico locale che oggi è in grado di offrire un servizio efficiente, confortevole e dunque al passo con i tempi. Di grande rilievo, inoltre, sono le azioni in materia di efficienza energetica attraverso interventi di ammodernamento dell’illuminazione pubblica e delle piste ciclabili. Reggio Calabria sta compiendo passi decisivi anche sul fronte della sostenibilità e dell’inclusione sociale con tre bandi già pubblicati. Né possono essere dimenticate le azioni, importantissime e particolarmente attese dai cittadini, sul versante degli asili nido pubblici, un settore che l’amministrazione Falcomatà ha letteralmente risollevato dalla condizione di totale abbandono e disinteresse in cui si trovavano fino a cinque anni fa grazie ad un’attenta e mirata gestione dei fondi del Piano d’azione Coesione. Un intervento che oggi consente alla città di offrire a famiglie e bambini ben tre strutture comunali accoglienti, funzionali e all’avanguardia. E sullo stato di avanzamento dei progetti, così come sugli obiettivi e i target di spesa, invitiamo l’onorevole Cannizzaro ad attendere quanto meno le scadenze fissate a novembre e dicembre prossimi prima di avventurarsi in spericolati giudizi”.
“Ciò che più colpisce – sottolinea ancora Puccio – è poi la confusione in cui incappa l’onorevole Cannizzaro nel momento in cui confonde ruoli e funzioni del Comune e della Città Metropolitana, ignorando che sono proprio i Comuni ad essere i beneficiari del Pon Metro, quali autorità urbane autorizzate alla gestione e spesa del programma, assumendo il ruolo di Organismo Intermedio. Pertanto consiglieremmo, sommessamente, a Cannizzaro di approfondire un po’, prima di sparare dichiarazioni allarmistiche e prive di fondamento”.
“Allo stesso onorevole, semmai, vorremmo chiedere come mai quando il suo partito guidava la città e la Regione, sui temi dell’innovazione, dell’inclusione sociale e della mobilità sostenibile, non è stato fatto nessun investimento lasciando una città intera in completa paralisi e condannandola ad un’arretratezza che oggi, e solo oggi, si sta provando a recuperare. Il tutto in uno scenario estremamente complicato e reso particolarmente difficile dalla condizione di dissesto finanziario che l’attuale amministrazione ha dovuto ereditare e che rende ancor più ardua l’attività di programmazione e spesa dei fondi comunitari. A Cannizzaro, infine, ci permettiamo di ricordare i modus operandi dei governi a guida centrodestra caratterizzati da una “allegra”, per usare un eufemismo, gestione dei fondi europei spesso distratti a beneficio della spesa corrente e lasciando completamente privi di copertura finanziaria progetti strategici, quali ad esempio il Waterfront o i lavori di ammodernamento di piazza Duomo e del corso Garibaldi. Opere che sono state avviate e concluse dall’attuale amministrazione riuscendo a sanare le ferite profonde inferte alla città da una classe dirigente irresponsabile che oggi crede impunemente di ritrovare, sotto mentite spoglie, la verginità perduta”.

Pd Calabria