Nesci (M5s): con ok pdl verso ‘elezioni pulite’, no a voto scambio

Previsto il sorteggio degli scrutatori e l'urna trasparente

“Oggi in aula alla Camera dei Deputati è stato approvato un testo frutto di un lavoro che ho iniziato nella scorsa legislatura, con l’aiuto di tanti colleghi e del M5S tutto, e che ci porta verso elezioni più trasparenti e sicure”. Lo afferma la deputata M5S Dalila Nesci, prima firmataria della proposta ‘Elezioni Pulite’, dopo l’approvazione del testo a Montecitorio.

“Dobbiamo fare in modo -aggiunge – che i cittadini abbiano più fiducia nella politica, soprattutto nel modo in cui si svolgono le votazioni. Le nuove regole garantiranno un procedimento preparatorio elettorale più aperto e trasparente. Ad esempio, gli scrutatori saranno sorteggiati da un albo anche tra i disoccupati, mentre i presidenti e segretari di seggio non potranno più essere scelti tra i condannati per gravi delitti o tra i parenti dei candidati”.

“Lo Stato potrà iniziare a combattere con più strumenti la compravendita di voti: il prossimo passo sarà intervenire sul reato di patto di scambio politico-mafioso. Anche chi studia, lavora o si cura fuori sede potrà votare nel luogo dove vive temporaneamente in occasione di referendum e ed elezioni europee”, conclude.