Regione, trasporti: approvato da Giunta accordo-quadro con Rfi

La Giunta regionale ha approvato l’Accordo Quadro tra la Regione Calabria e Rete ferroviaria italiana-Rfi “per l’utilizzo di capacita sull’infrastruttura ferroviaria interessata per un periodo superiore a quello di vigenza di un orario di servizio”.

L’atto, varato su proposta dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Roberto Musmanno, ha l’obiettivo di dare attuazione alle funzioni di programmazione e di amministrazione dei servizi di trasporto ferroviario di interesse regionale della Regione. Nella delibera si rileva in primo luogo che “la quantita dei servizi prevista nell’Accordo Quadro, nello “scenario base”, e pari a circa 6,3 milioni di km-treno/anno, con un’offerta assimilabile a quella attuale”.

L’Accordo Quadro Regione-Rfi inoltre delinea due possibilita’ di sviluppo dell’offerta dei servizi, la prima nello “scenario intermedio” e la seconda nello “scenario di regime”.

Nello “scenario intermedio – si legge nell’Accordo – si prevedono l’introduzione di servizi veloci nelle ore di punta sulla relazioni Reggio-Catanzaro-Sibari e Cosenza-Reggio Calabria via San Lucido; il progressivo cadenzamento a 30′ della relazione metropolitana Rosarno-Reggio Calabria Centrale-Melito Porto Salvo; il progressivo passaggio da servizio biorario a servizio orario sulle relazioni Sibari-Catanzaro Lido, Catanzaro Lido-Reggio Calabria Centrale, Sapri-Paola, Lamezia Terme Centrale-Catanzaro Lido; il ripristino dei servizi di collegamento con la Puglia in relazione ad eventuali intese interregionali; la ridefinizione delle fermate, in relazione alla domanda di trasporto.

Nello “scenario di regime” sono contemplati, oltre a quanto riportato nell’intermedio, l’introduzione del servizio orario completo sulla linea Reggio Calabria Centrale-Paola-Cosenza; l’incremento di servizi sulla relazione Paola-Cosenza nelle ore di punta con cadenzamento prossimo ai 30′; il prolungamento fino Crotone dei servizi Lamezia Terme Centrale-Catanzaro Lido; il completamento del cadenzamento a 30′ della relazione metropolitana (Melito Porto Salvo-Reggio Calabria Centrale-Rosarno) e inserimento delle nuove fermate di Reggio Calabria San Leo, Bocale II e Sant’Elia di Lazzaro, ubicate nell’area metropolitana di Reggio Calabria; la progressiva elettrificazione delle relazioni Lamezia Terme Centrale-Catanzaro Lido e Sibari-Melito Porto Salvo.

Per quanto riguarda il valore economico dell’Accordo Quadro Regione-Rfi, negli allegati alla delibera della Giunta si fa presente che il pedaggio “sarà determinato sulla base della normativa vigente in ciascuno degli anni di sua validita’”, riportandosi comunque “a titolo orientativo” una stima, calcolata in 12,7 milioni di pedaggio totale all’anno e 1,9 euro di pedaggio medio unitario. L’Accordo – si legge infine nel provvedimento della Regione – “ha validita di 10 anni decorrenti dal giorno della sottoscrizione ed e rinnovabile, salvo motivata disdetta di una delle parti, per ulteriori 5 anni, per una durata complessiva di 15 anni, coerentemente alla durata prevista dell’affidamento dei servizi ferroviari sulla rete ferroviaria nazionale”