Migranti, Corbelli chiede un incontro con il ministro Salvini

Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, chiede, tramite la stampa e sul suo profilo Facebook, di poter domani, solo per pochi attimi, incontrare il Ministro degli Interni, Matteo Salvini, in visita in Calabria. “Chiedo di poter, per qualche istante, incontrare domani il Ministro degli Interni e senatore calabrese, Salvini, per anticipargli la grande opera umanitaria, il Cimitero internazionale dei Migranti, che stiamo per realizzare a Tarsia, per dare dignita’ alle vittime dei tragici naufragi, e, soprattutto, in questa occasione, per consegnargli una copia del mio libro La favola del piccolo Cisse”, afferma Corbelli. “Solo leggendo la incredibile, drammatica e toccante storia del bambino ivoriano(che esattamente un anno fa, dopo che una di quelle Ong, da Salvini criminalizzate e definite vice-scafisti, Save The Children, lo aveva salvato nel Canale di Sicilia, noi, Istituzioni, Associazioni e Diritti Civili, abbiamo poi, subito e con grande affetto, accolto al porto Corigliano, dove, il 15 luglio 2017, e’ sbarcato da solo, dalla nave tedesca Rhein, carica di 923 migranti, e a cui siamo riusciti, dopo alcuni mesi, a ridare, rintracciandoli, come per miracolo, i genitori: il papa’ che era in Francia e la mamma in Libia, dove, sulla spiaggia di Sabhrata, mentre stava per salire su un barcone con il suo bambino dopo tante sofferenze e un lungo viaggio nel deserto, era stata fatta prigioniera degli scafisti in una di quelle carceri disumane!) puo’ capire quale e’ il volto vero, accogliente e solidale della Calabria (che lo ha eletto senatore) e puo’ rendersi conto di tutto il male che, con le sue politiche e provvedimenti anti-immigranti, sta arrecando a quel povero, disperato popolo(uomini, donne e bambini) in fuga da guerre, persecuzioni e miseria, che assai spesso trova la morte nei tragici naufragi, soprattutto in questi ultimi giorni per la mancanza dei soccorsi, dopo il blocco e la chiusura dei porti alle eroiche Ong che questa gente salva da anni, prosegue Corbelli. Vorrei poter ricordare a Salvini che negli ultimi giorni, in quattro naufragi, sono morti nel Mediterraneo oltre 300 poveri migranti! 1400 le vittime dall’inizio dell’anno! Vorrei che leggesse questo libro che attraverso la inverosimile e commovente storia di questo bambino, racconta e documenta, con oltre un centinaio di foto, tutto il dramma epocale dell’immigrazione. Visto che ha due bambini piccoli, che cita continuamente, vorrei che portasse e facesse leggere anche ai suoi figlioletti questo romanzo che, non a caso, ho definito una favola, solo che a differenza delle grandi fiabe tutto e’ drammaticamente vero, anche l’aspetto fiabesco che viene narrato. Chiederei a Salvini – conclude Corbelli – di portare questo romanzo ai suoi bambini e poi, dopo che lo avranno letto, di ascoltare il loro giudizio. Sono certo che servirebbe sicuramente a fargli capire tante cose e a ricordargli che significa veramente essere padre”.