“Il nuovo ospedale si deve fare a Cosenza”

Da lunedì petizione popolare per chiedere che l'ubicazione del nuovo nosocomio sia a Cosenza ed esattamente a Vaglio Lise

 Partirà a breve una petizione popolare per chiedere che l’ubicazione del nuovo ospedale sia a Cosenza a Vaglio Lise. Le firme saranno raccolte, già da lunedì, sia in appositi banchetti nella città bruzia sia sulle piattaforme on line dedicate. L’iniziativa è promossa da alcune associazioni: NeoMedi Calabria, Più di cento, Democrazia Mediterranea e diverse personalità della società. Ecco   il testo della petizione:

Comitato promotore “Un nuovo Ospedale per una moderna Cosenza”

“Cosenza rischia.
Una città capoluogo che immagina di abdicare all’esercizio delle proprie funzioni direzionali, perde una delle sue caratteristiche principali: la capacità di sapere stare al servizio di tutti i 711.739 cosentini della provincia e degli altri 150 Comuni. Allo stesso modo ogni forma di rassegnazione rispetto alla possibilità di modernizzare e rendere efficienti servizi strategici finisce per opacizzare ruolo ed autorevolezza politica della istituzione municipale.
Cosenza e la sua provincia, hanno assoluta necessità di pensare e realizzare un nuovo Ospedale hub che risponda alle esigenze di modernità e di efficenza che la domanda di salute dei cittadini impone.
A nulla e a nessuno, servono palliativi o soluzione rabberciate.
La Regione sostiene di avere le risorse per costruire un nuovo Ospedale di 730 posti. In tale direzione gli Enti preposti hanno realizzato uno studio di fattibilità su tre ipotesi che ricadono nel perimetro urbano cittadino.
Il sito migliore è risultato quello di Vaglio Lise.
Invitiamo il Consiglio Comunale di prendere atto della situazione e deliberare in tale direzione. Oppure sarà chiaro a chi andranno ascritte tutte le responsabilità politiche di un atto che potrebbe avere come conseguenza l’ubicazione del nuovo Ospedale al di fuori dei confini della città.
Torni Cosenza a praticare i doveri che il ruolo di città capoluogo e la sua storia, richiedono. Eserciti le sue prerogative. Di coordinamento, di indirizzo, di autorevolezza. Di assunzione di responsabilità.
Torni Cosenza a fare Cosenza.”