Ospedale Cosenza, sindaco: sterile discussione di Oliverio

“Questo piano B di Oliverio non mi sembra per niente operativo, dovrebbe prendere lezioni da Savona”. E’ quanto afferma il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto in replica alle dichiarazioni di ieri del presidente della Regione Mario Oliverio, in merito alla possibilita’ di perdere i fondi per la costruzione del nuovo Ospedale di Cosenza.

“Ho la convinzione – aggiunge Occhiuto – che Oliverio non realizzerà nessun ospedale in nessun luogo, perché ancora aspettiamo di vedere la realizzazione delle opere annunciate vent’anni fa, quindi mi sembra una discussione sterile. Per entrare nel merito, però, ci tengo a precisare che ho dato la mia massima disponibilità al dialogo per individuare un sito idoneo alla realizzazione del nuovo ospedale, ma ho chiesto fin da subito che si tenesse conto del rischio di depauperare una parte di città che oggi gravita attorno all’ospedale ed e’ il centro storico e la zona sud di Cosenza. Non ho intenzione di creare ulteriori periferie”.

“Il diritto alla salute – sostiene ancora Occhiuto – è  fondamentale, ma ci sono altri diritti che non sono secondari per i cittadini come la riqualificazione urbana e il consumo zero del territorio. C’è un’invasione di campo da parte della Regione che dovrebbe programmare le risorse, ma lasciare ai Comuni la scelta delle aree dove realizzare i progetti. A mio giudizio, questo è solo un modo di scaricare responsabilità  da parte della Regione per l’incapacità di realizzare le opere. Si preoccupasse Oliverio della condizione attuale ed emergenziale dell’ospedale e della sanità inCalabria, mettendo in campo soluzioni immediate per risolvere i problemi dei cittadini e degli operatori anziché indire inutili e continue conferenze stampa sul nulla. In ogni caso, come sempre sono disponibile al dialogo e al confronto, per spirito di leale collaborazione istituzionale, che esiste solo da una parte, e sarà  mia cura portare in Consiglio, a breve, la discussione sulla realizzazione del nuovo ospedale”.