Giovedì prossimo consiglio regionale di fuoco

Previsti 4 punti all’ordine del giorno che racchiudono però 5 interrogazioni immediate e 14 a risposta scritta Sulla depurazione vogliono chiarezza sia consiglieri di minoranza che del centrosinistra

Sarà un consiglio regionale particolarmente “attivo” quello di giovedì prossimo. L’ordine del giorno, infatti, prevede una serie di provvedimenti da discutere e votare che accenderanno il dibattito a Palazzo Campanella senza ombra di dubbio. Il primo punto prevede: “Proposta di Provvedimento Amministrativo n. 199/10^ di iniziativa D’Ufficio recante: “ Reintegrazione del Sig. Nazzareno Salerno nella carica di Consigliere regionale (articolo 8, comma 5 del D.lgs. 235/2012).”. Dopo la scarcerazione del consigliere ad opera del Tribunale del Riesame, nonostante l’inchiesta in corso , l’ex assessore tornerà in aula al posto del consigliere Magno che lo ha sostituito in questo periodo detentivo. L’ex assessore al Lavoro di Forza Italia era stato sospeso dalla carica dopo che il 2 febbraio era stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta “Robin Hood” coordinata dalla Dda di Catanzaro. Dal 20 giugno era sottoposto al regime della detenzione domiciliare nella sua residenza a Serra San Bruno. Salerno è accusato di una presunta truffa nella gestione di fondi destinati dall’Unione Europea al sostegno del reddito di nuclei familiari indigenti ed in particolare di aver intascato una tangente di oltre 200 mila euro. Ora, venuta meno la misura cautelare, si è proceduto automaticamente alla sostituzione nel consiglio regionale e, il vice coordinatore provinciale di Forza Italia, Mario Magno, essendo consigliere supplente ha dovuto lasciare il posto a Palazzo Campanella a Salerno secondo il decreto legislativo del 31 dicembre 2012, n. 235 art.8 comma 5. Il secondo punto invece prevede: 2) Proposta di Provvedimento Amministrativo n.198/10^ di iniziativa D’Ufficio recante: “ Elezione alla carica di un Segretario Questore del Consiglio regionale della Calabria ex articolo 20 dello Statuto”. E poi il consiglior regionale dovrà affontare ben 5 interrogazioni a risposta immediata e 14 a risposta scritta. I lavori inizieranno alle 14 del 30 novembre prossimo. Un fine mese infuocato per la massima assise regionale. Queste le interrogazioni a cui l’aula dovrà fornire risposte: “3) Interrogazioni a risposta immediata (articolo 122 del Regolamento interno Consiglio regionale):  Interrogazione n.266/10^ di iniziativa del Consigliere G. GIUDICEANDREA recante: “In ordine allo stato dell’efficacia degli impianti di depurazione e sulle eventuali azioni di monitoraggio ed analisi delle acque di balneazione.” Interrogazione n.265/10^ di iniziativa del Consigliere G. GIUDICEANDREA recante: “In ordine alla richiesta di VIA con riferimento alla discarica di Scala Coeli”  Interrogazione n.260/10^ di iniziativa del Consigliere A. NICOLÒ recante: “Per fronteggiare il fenomeno dell’erosione costiera di Bocale (RC) stante il mancato avvio dei lavori a settembre 2016.”  Interrogazione n.236/10^ di iniziativa del Consigliere G. GIUDICEANDREA recante: “In ordine alla discarica di Celico.”  Interrogazione n.223/10^ di iniziativa del Consigliere G. GIUDICEANDREA recante: “In ordine agli impianti di depurazione di Bisignano e Gioia Tauro”  4) Interrogazione a risposta scritta (articolo 121 del Regolamento interno Consiglio regionale):  Interrogazione n.316/10^ di iniziativa del Consigliere C. GUCCIONE recante: “In merito ai lavori eseguiti fino ad oggi sul ponte Cannavino (Comune di Celico).”  Interrogazione n.315/10^ di iniziativa del Consigliere A. NICOLÒ recante: “In ordine alle ataviche criticità del sistema depurativo regionale” Interrogazione n.312/10^ di iniziativa del Consigliere A. NICOLÒ recante: “In ordine ad una maggiore informazione sulle cause ostative dei pagamenti a favore dei soggetti precedentemente inseriti nel bacino dei percettori di mobilità in deroga e destinatari di percorsi di politiche attive rivolte agli enti pubblici”  Interrogazione n.308/10^ di iniziativa del Consigliere G. AIETA recante: “Sulla revoca del finanziamento per il Santuario di San Francesco di Paola sito nel comune di Paola (CS)”
Interrogazione n.307/10^ di iniziativa del Consigliere M. MIRABELLO recante: “In merito alla Manifestazione di interesse tirocinanti bando scuola (MIUR)”  Interrogazione n.299/10^ di iniziativa del Consigliere O. GRECO recante: “In ordine ai nuovi impianti sciistici di Lorica.”  Interrogazione n.298/10^ di iniziativa del Consigliere O. GRECO recante: “In ordine all’emergenza incendi.”  Interrogazione n.297/10^ di iniziativa del Consigliere W. FERRO recante: “In ordine al Nuovo regolamento di organizzazione dell’Arpacal.”  Interrogazione n.296/10^ di iniziativa del Consigliere A. NICOLÒ recante: “In merito agli adempimenti della Regione Calabria alle disposizioni legislative riguardanti l’eliminazione dei rischi derivanti dalla esposizione a siti e manufatti contenenti amianto”  Interrogazione n.217/10^ di iniziativa del Consigliere A. NICOLÒ recante: “In ordine alla ricostruzione della frazione Marinella di Bruzzano”. Interrogazione n.166/10^ di iniziativa del Consigliere A. NICOLÒ recante: “In ordine alla tempistica prevista per l’erogazione del saldo ai beneficiari del contributo per l’eliminazine delle barriere architettoniche”. Interrogazione n.162/10^ di iniziativa del Consigliere F. ORSOMARSO recante: “In ordine ai provvedimenti adottati e/o adottandi finalizzati a garantire mare pulito e balneabile in vista della stagione estiva.”  Interrogazione n.150/10^ di iniziativa del Consigliere A. NICOLÒ recante: “Sui motivi ostativi per l’istituzione dei 14 presidi previsti dalla normativa regionale”.