Salvini incontra assessori alla Cultura. Spirlì: vitale per la Calabria investire sulle identità

Il vicepresidente della Regione assicura massima attenzione ad artisti, intellettuali, cose e luoghi dell’arte

Nella mattinata di ieri, 8 luglio, presso il salone delle riunioni di Chorus, in via della Conciliazione a Roma, il Sen. Matteo Salvini e l’On. Lucia Borgonzoni, responsabile nazionale del Dipartimento Cultura della Lega, hanno incontrato gli assessori regionali alla cultura e una folta rappresentanza di artisti e professionisti del mondo dell’arte e delle istituzioni.

Ai lavori ha partecipato il Vicepresidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, in qualità di Assessore alla Cultura e Beni Culturali. Prendendo la parola, Spirlì ha sottolineato quanto vitale sia per la Cultura l’attenzione verso le Identità etnico-storico-linguistiche che palpitano, vive, su tutto il territorio italiano. “L’Italia è una Nazione di Nazioni. Così come Israele è Stato di dodici famiglie, il nostro Paese nasce dall’unione dei popoli che sono Italiani”.

I Beni Culturali, soprattutto in Calabria sono l’espressione più alta della presenza nella regione di quelle Genti che, in Calabria, hanno fatto casa e famiglia. L’attenzione nuova che l’assessorato rivolge agli artisti, agli intellettuali, alle cose e ai luoghi dell’arte e della cultura sarà il luminoso sentiero di un’azione inedita destinata alla promozione, al turismo e alla conoscenza di una regione, che è, di suo, il forziere più ricco del mediterraneo.

A conclusione dei lavori, tutti i partecipanti hanno convenuto essere proficua la creazione di tavoli nazionali condivisi, al fine di consentire un continuo e capillare confronto fra i territori, che crei una unità di proposte e, soprattutto, di visione.