Coronavirus, da Arpacal dispositivi protezione a ospedale Crotone

Dopo Reggio Calabria, Catanzaro e Cosenza, oggi è stato il dipartimento provinciale Arpacal di Crotone a donare dispositivi di protezione individuale al locale ospedale cittadino, il San Giovanni di Dio, in cui il personale sanitario sta combattendo contro la diffusione del coronavirus. Questa mattina, personale addetto dell’Ospedale – dopo gli opportuni contatti tra il direttore Arpacal di Crotone, Rosario Aloisio, ed il management del nosocomio cittadin,  ha ritirato nella sede dipartimentale dell’Agenzia ambientale calabrese i dispositivi donati; si tratta di centocinquanta tute monouso, duecento paia di calzari, tremila guanti monouso e cinquanta mascherine ffp3.     “Come preannunciato sui nostri canali social ai nostri utenti che chiedevano informazioni – ha dichiarato il direttore generale dell’Arpacal,  Domenico Pappaterra – anche Crotone ha concluso ieri la sua ricognizione di materiale da donare e questa mattina ha provveduto a consegnare. Sul fronte tecnico scientifico stiamo fornendo il nostro contributo alla Regione Calabria, anche portando nella nostra realtà regionale le linee guida che il Sistema  nazionale a rete per la protezione ambientale (SNPA) – di cui Arpacal fa parte con le altre agenzie regionali ambientali e Ispra – redige per contribuire ad una migliore risposta del Sistema Italia a questa emergenza Covid-19”.