Regione, Russo: investiti 2,3 miliardi per i Comuni Calabria

Ben 85,4 mln per gli enti locali della Piana di Gioia Tauro 

“Le risorse che la Giunta Oliverio ha attribuito ai Comuni della Piana di Gioia Tauro nel triennio 2015-2018, rendendoli, come mai era accaduto prima, protagonisti e artefici delle scelte e degli investimenti effettuati sul territorio, ammontano a 85,4 milioni di euro a cui si sommano altri 272,4 milioni di euro destinati ad enti diversi, per un totale complessivo di circa 360 milioni di euro”. Lo ha detto il vicepresidente della Giunta regionale calabrese, Francesco Russo, aprendo i lavori del quinto evento voluto dal presidente della Regione, Mario Oliverio, a Taurianova sul tema ‘La Calabria cambia passo: i Comuni protagonisti nella Piana di Gioia Tauro. Il focus dell’incontro è stato quindi interamente dedicato all’area strategica per la crescita e lo sviluppo dell’intera regione. “La Piana di Gioia Tauro – ha aggiunto Russo – è una realtà che evidenzia grandi contraddizioni e offre enormi potenzialità per la presenza di una forte agricoltura e di un porto strategico per tutto il Paese, di cui spesso si è soltanto parlato senza far seguire mai alle parole i fatti. Oggi noi vogliamo parlare di una Regione, che in una visione d’insieme della crescita e dello sviluppo, in questi anni ha scelto il cambiamento nelle azioni e nei fatti. Ne parliamo, quindi, non facendo né annunci nè promesse, ma mettendo in relazione gli investimenti già attribuiti ai Comuni ed altri enti territoriali, con quelli relativi alle aziende del settore agricolo e industriale, oltre a fare il punto sullo stato degli investimenti nell’area portuale”. Russo, dopo aver ricordato le condizioni di partenza assolutamente negative da cui ha preso il via nel 2015 l’esperienza del governo regionale di Oliverio, ha dettagliato minuziosamente l’elenco delle risorse assegnate ai Comuni della Piana di Gioia Tauro. Le risorse assegnate ad altri enti, aggiunge Russo, ammontano a un totale di 272,4 milioni euro.
“La Calabria Cambia passo non è solo uno slogan, ma un concetto vero, tangibile. A parlare sono i fatti, i numeri, i risultati di politiche finalmente vicine alle esigenze dei cittadini dei territori e delle realtà produttive”, sottolinea il consigliere regionale, Francesco D’Agostino. Nel suo breve intervento D’Agostino ha fatto riferimento ai diversi settori che in questi cinque anni hanno registrato un vero e proprio cambio di passo: agricoltura, fondi europei, beni culturali,  turismo, innovazione, ambiente, scuole, università. “Mai come oggi – ha detto – la Piana di Gioia Tauro ha avuto tante opportunità come quelle offerte dai bandi del Psr che hanno spinto tantissimi giovani a mettere in campo con fiducia idee, imprese e progetti vincenti. Anche questo territorio, quindi ha invertito la rotta, i Comuni sono diventati protagonisti delle scelte e degli investimenti delle risorse e quella che oggi raccontiamo è una Regione virtuosa, punto di riferimento in diversi settori. Certo, il lavoro da fare è ancora tanto, ma la direzione è quella giusta. Alcuni ritardi e qualche punto di debolezza ancora permangono. La sanità è uno di questi, anche se non va dimenticato che l’impegno per la sanità territoriale non è mai venuto meno, nonostante il commissariamento che ha impedito di poter incidere per come era necessario. Lo sforzo per il nuovo ospedale della Piana è un esempio dell’approccio utilizzato in questi anni. Un’attenzione continua e diretta per risolvere i problemi e accelerare i tempi. Le ultime notizie positive a riguardo le abbiamo ottenute nei giorni scorsi, con la cessione di Tecnis e l’ottenimento di risorse dal fondo di riparto per la sanità. La Regione metterà 31 milioni di euro per garantire il fabbisogno necessario al progetto”. “Il ruolo del Consiglio regionale in questo senso -ha aggiunto D’Agostino- è stato positivo ed importante sia come supporto all’attività della Giunta regionale che come stimolo all’azione di governo. L’Aula ha approvato leggi importantissime, attese da decenni, in settori strategici”.
“La Regione ha dato protagonismo pieno ai Comuni”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione, con delega alla programmazione comunitaria, Francesco Russo, intervento all’iniziativa “La Calabria cambia passo: i Comuni protagonisti nella Piana di Gioia Tauro” in corso a Taurianova (Reggio Calabria). “In Calabria – ha rilevato Russo – l’export  è cresciuto del doppio di quanto cresce in Italia, così come anche l’occupazione. C’è stato un ribaltamento della forbice, che abbiamo fatto in due anni, e se continuiamo con questo percorso necessariamente raggiungiamo le Regioni più grandi e importanti. Questo – ha sostenuto il vicepresidente della Giunta –  ci ha portato a investimenti molto forti. Il presidente Mario Oliverio, l’amministrazione, il Consiglio, la maggioranza, hanno scelto di investire con protagonisti i Comuni. Questo ha portato a investimenti da 2,3 miliardi, che sono stati concentrati su tutti i Comuni della Calabria”. Secondo Russo “quindi la Regione ha dato protagonismo pieno ai Comuni. la Regione deve fare l’azione di pianificazione, non quella della gestione: chi sta accanto ai cittadini, chi deve avere le risorse in mano e gestirle è il Comune, il sindaco e  l’amministrazione comunale. Solo nella Piana di Gioia Tauro, nel contesto dei 2,3 miliardi, abbiamo firmato convenzioni con i Comuni per 85,4 milioni e 272,4 milioni con altri enti. Questo – ha poi aggiunto il vicepresidente della Giunta –  ci ha portato a risultati importanti, con più di 30 milioni per scuole ed edifici strategici e più di 30 milioni per il servizio idrico e la depurazione”.  Russo ha poi fatto un riferimento specifico all’impegno e agli investimenti della Giunta per l’area portuale di Gioia Tauro e per la Zona economica speciale.