Spoke Paola-Cetraro, Mauro risponde ad Aieta: nomine a tempo debito

Non si fa attendere la risposta di Raffaele Mauro, direttore generale dell’Asp di Cosenza, a proposito di un appello a forma di affondo rivolto qualche minuto fa (e da noi pubblicato) che arriva dal consigliere regionale del Pd Giuseppe Aieta. Oggetto del contendere l’ospedale spoke di Paola-Cetraro. Secondo il consigliere regionale non sarebbe più ragionevole attendere oltre la nomina dei direttori di Cardiologia, Medicina e Ginecologia. Come dire, si starebbe vivendo una attesa troppo lunga e persino inspiegabile e la sortita, non è certo un caso, arriva nel giorno del sostanziale e mediatico insediamento di Cotticelli al vertice della struttura commissariale. Da qui l’appello, ci si muova a coprire caselle. Ma Raffaele Mauro, come detto, non se l’è fatto ripetere due volte ed è prontamente intervenuto a fornire spiegazioni, che sono di carattere aziendale ma anche, in un certo qual modo, giudiziario. 《A tempo ed a luogo, previa attenta valutazione, sarà fatto tutto nel rispetto delle regole》 dice il dg a “il Fatto di Calabria”. 《Stiamo valutando e verificando》. 《Si parla di dirigenti medici – le figure citate da Aieta e da rimpiazzare – presenti nella terna che hanno quasi raggiunto l’età pensionabile, uno a febbraio 2019 e un altro a maggio 2019. Pertanto, a tempo debito, si procederà alla nomina nell’ambito della terna, come da norma contrattuale》. 《Per quanto riguarda Ostetricia – conclude Mauro – c’è in corso un contenzioso in via giurisdizionale presso il tribunale di Paola》.