FdI: gravi tagli per Corigliano-Rossano

“Esprimiamo preoccupazione nel constatare il permanere dei tagli significativi di risorse operati dalla Regione Calabria circa lo sviluppo dell’area unica di Corigliano e Rossano”.

Lo affermano i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia, Fausto Orsomarso e Alessandro Nicolo’.

“Nel periodo di programmazione 2014-2020 infatti – sostengono i due esponenti di FdI – la Regione è titolare dei programmi operativi cofinanziati dai Fondi strutturali di investimento europei (Fsie), nello specifico si tratta quindi di fondi a gestione “indiretta” nel senso che l’interlocutore del destinatario finale – in questo caso il Comune Corigliano-Rossano – è la Regione, che definisce programmi e misure di finanziamento. Queste risorse finanziano politiche strategiche per la formazione e l’occupazione, per la competitività e l’innovazione del sistema economico-imprenditoriale e per lo sviluppo del sistema agroalimentare del territorio. Ci sentiamo in dovere di ricordare al presidente delle Regione Calabria, Mario Oliverio che – aggiungono Orsomarso e Nicolò- il nuovo Comune di Corigliano-Rossano, con i suoi 78 mila abitanti diventa il terzo per popolazione della Calabria, dopo Reggio e Catanzaro, e’ necessario quindi valorizzare e riqualificare un territorio che per la nostra Regione rappresenta una vera e propria ricchezza”.

I consiglieri regionali di Fratelli d’Italia inoltre ritengono “doveroso ricordare che in passato la stessa area urbana ha beneficiato di 28 milioni di euro per lo sviluppo delle infrastrutture mentre oggi le risorse destinate alla crescita e al potenziamento del nuovo Comune sono poco più della meta’. Chiediamo pertanto – concludono Orsomarso e Nicolò- un tipo di cooperazione in grado di interpretare i reali bisogni dei cittadini e delle comunita’ locali e di programmare le risorse valorizzando gli asset territoriali”.