Asili nido, Miur taglia fondi alla Calabria sugli asili nido. Insorge Forza Italia

Santelli e Occhiuto: "Governo cieco e Regione inadeguata. Presenteremo interrogazione in Parlamento"

Jole Santelli e Roberto Occhiuto

“La decisione del Miur di stanziare i fondi per i nuovi asili nido, penalizzando soprattutto le regioni del Sud, appare illogica e discriminatoria. Se da un lato si evidenza ancora una volta da il disinteresse del governo centrale nei confronti del Merdione, dall’altro emerge l’inadeguatezza dei governi locali di sinistra che guidano le regioni del Sud, compresa la Calabria, tra quelle più danneggiate dalla distribuzione.”

Lo dichiarano i deputati Jole Santelli, coordinatore regionale di Forza Italia, e Roberto Occhiuto.

“Come dichiarato da rappresentanti del governo, i criteri di assegnazione, frutto di accordo in Conferenza Stato-Regioni, si basano principalmente sul numero di bambini nella fascia d’eta presa in considerazione (da 0 a 6 anni), sul numero degli iscritti ai nidi e infine sulla presenza di scuole dell’infanzia statali sul territorio regionale. Basandoci sui calcoli matematici effettuati ad inizio Ottobre dal Miur, rispetto ai fondi stanziati poi in data 2 novembre, mancano per le regioni meridionali 13.7 milioni di euro. In particolare la Calabria perde il 20% delle risorse previste dai calcoli del Miur, ricevendo 4.8 milioni a fronte dei 6 pianificati, che prevedono l’assegnazione di 49 euro per ogni bambino, cifra di molto inferiore rispetto a quella di altre regioni, come per esempio la Valle d’Aosta (103 euro).

Il governatore Oliverio che posizione ha preso in Conferenza Stato-Regioni sui tagli che penalizzano le nostre famiglie ed i comuni che devono erogare i servizi? E per quale motivo ha accettato questa ripartizione? Forza Italia ha presentato questa estate una mozione, di cui Roberto Occhiuto ne è stato il primo firmatario, contro il criterio dell’assegnazione sulla base della spesa storica che penalizza il Sud su tutti i servizi. Su questa decisione, che ‘massacra’ la Calabria su tutti i servizi sociali, ci saremmo aspettati l’incatenamento di Oliverio, non su lotte di potere intestine che il PD ed AP antepongono ai bisogni di un’intera Regione. Presenteremo, come deputazione calabrese, un’interrogazione parlamentare che chiarisca l’iter dei lavori in Conferenza Stato-Regioni e la posizione del Governo e della Regione Calabria di fronte all’ennesima penalizzazione del Sud e della nostra terra.”