Due giorni per Festa Regionale Entroterra

Si conclude lunedì 31 con notte tarantella. Domenica a Caloveto invasione Sila Greca

Festa Regionale dell’Entroterra, crescono le adesioni e raddoppia l’evento promosso dall’Amministrazione Comunale con l’associazione Otto Torri sullo Jonio: dopo l’invasione del borgo prevista per domenica 30, il giorno successivo, lunedì 31 ottobre, notte di Halloween, in piazza dei Caduti sarà ancora festa con la Notte della Tarantella ed il concerto dei Castrum Sound, esperienza artistica musicale calabrese dai suoni etno-popolari.

A Caloveto, la vigilia di Ognissanti – sottolinea Mazza – la trascorreremo con una consapevolezza identitaria in più: quasi nessuno lo sa ma la festa dedicata ai defunti, che, erroneamente, si crede essere una tradizione d’oltreoceano, è stata esportata proprio dai nostri emigrati di Vibo Valentia e Cosenza in America.

Seguito dai volontari di Calabria Soccorso e con l’assistenza dalla Polizia Municipale di Mandatoriccio e Pietrapaola, sul percorso che si snoderà da piazza XX Settembre, a Mandatoriccio, primo punto di accoglienza, passando dall’area pic-nic di contrada Cerasello, nel territorio di Pietrapaola, dove il Comitato Eventi Pietrapaola Eventi 2022 organizzerà un punto ristoro per i partecipanti, le partenze saranno scaglionate a seconda dei mezzi utilizzati: alle ore 9.45 i camminatori; alle ore 11,30 i ciclisti ed i mountain-biker e alle ore 12,30, le auto d’epoca e le moto.

All’arrivo, previsto per le ore 13 in Piazza dei Caduti, a Caloveto ci saranno ad attendere gli studenti dell’Istituto Professionale Alberghiero (IPA) dell’IIS Majorana di Corigliano-Rossano, tra i partner dell’iniziativa, che faranno degustare tra gli altri piatti realizzati con prodotti d’eccellenza, il Riso di Sibari preparato con fumé di polpa e buccia di clementine, Pecorino Crotonese Dop fornito dall’azienda Fonsi di Paludi e, servito su letto di melagrana.

Insieme a loro e alle altre associazioni ci sarà anche l’AVIS di Corigliano – Rossano con l’autoemoteca in Piazza per la raccolta del sangue.

Il momento dell’arrivo sarà impreziosito da una interpretazione teatrale dell’attrice Annalisa Insardà che, affacciata dal balcone del Municipio, si esibirà nel suo monologo Fierezza e Vergogna in omaggio al progetto Oicofobia dell’Associazione Otto Torri sullo Jonio.

Dopo l’invasione mattutina della Sila Greca, Un’altra invasione, urbana, in contemporanea alla Camminata degli Ulivi promossa dall’Associazione nazionale Città dell’Olio, è prevista nel pomeriggio, dalle ore 15 alle ore 17,30, tra i vicoli e le piazze del borgo storico di Caloveto, guidata dal consigliere comunale delegato alla cultura Paolo Laurenzano. Per chi avrà necessità di cambiarsi dopo aver raggiunto a piedi o in bici il borgo, l’Amministrazione Comunale metterà a disposizione degli spogliatoi.

Al termine dell’invasione nel borgo, sarà inaugurato il Villaggio dell’Identità che vedrà protagoniste le eccellenze del territorio. La prima data della Festa Regionale dell’Entroterra si concluderà con un cineforum. Sarà proiettato il filmato storico (1974) di Pier Paolo Pasolini, dal titolo La forma della Città, al quale seguirà un talk show sulle prospettive del South working per l’entroterra calabrese e come antidoto all’oicofobia, al quale interverranno esperti, storici e professionisti dell’incoming e della comunicazione turistica, urbanisti e operatori del marketing territoriale e della ricettività, promotori d’impresa, scrittori, associazioni di categoria e rappresentanti istituzionali territoriali e regionali. Tra gli altri, anche il direttore generale del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria Giacomo Giovinazzo. – (Fonte: Comune di Caloveto– Comunicazione istituzionale/strategica – Lenin Montesanto Comunicazione & Lobbying).