Le nuove frontiere percettive nel pianoforte di Chopin

Presentato a Paola il libro di Adriana Sabato

 La città di Paola ha ospitato nei giorni scorsi un evento culturale particolarmente apprezzato da coloro che amano confrontarsi con opere di qualità e spessore. Nella sede della libreria Mondador Point, in Corso Roma, è stato, infatti, presentato il saggio “Nuove frontiere percettive nel pianoforte di Chopin”, edizioni Youcanprint, scritto da Adriana Sabato, giornalista e musicologa. L’evento è stato moderato dal giornalista e scrittore Mimmo Abramo ed è stato caratterizzato dalle relazioni della stessa autrice, Adriana Sabato, e di Martino Ciano, anch’egli giornalista e scrittore. Sono, inoltre, intervenuti Francesca Grisolia, in qualità di supporter multimediale, e il maestro Alberto La Neve, sassofonista, che ha impreziosito la serata con appezzati intermezzi musicali. In questo interessante saggio, l’autrice esamina l’opera del pianista polacco, illustrandola con vari esempi, concentrando, però, l’attenzione intorno a un’analisi degli Studi “opera n°25” e “opera n°10”. Inoltre, con questo libro, Adriana Sabato ha aggiunto un altro pezzo di storia alle ricerche che, ormai da tempo, compie da giornalista costruttiva nell’ambito della musicologia, avviate con numerosi articoli su varie testate, dal 1995 in poi, e precedute dalla pubblicazione nel 2015 del saggio “La Musicalità della Divina Commedia”, edito da Zona Contemporanea. Una storia che si intreccia con i “Tre Racconti”, editi sempre da Youcanprint, in cui il vissuto quotidiano e la cronaca fanno da sfondo a una realtà fatta di voci contrastanti, che dialogano però fra loro, proprio come avviene nel contrappunto musicale. “Una scelta selettiva determinata da vari interrogativi – ha spiegato l’autrice – e fra questi: “È possibile che anche negli studi, i quali dovrebbero essere scritti a fini prettamente didattici, si ritrovi quel mistero, quella forza, quell’energia, quello strano colore, quella nebbia, che avvolge tutta la musica di Chopin?”.

 

Clelia Rovale