Don Mottola di Tropea sarà beato, parere favorevole del Papa

Autorizzata da papa Francesco la promulgazione da parte della Congregazione delle cause dei santi il decreto riguardante un miracolo attribuito all’intercessione di don Francesco Mottola, sacerdote di Tropea. Si apre così ufficialmente il processo di beatificazione di don Francesco Mottola, a 50 anni dalla sua morte avvenuta nel 1969 a Tropea. Fondatore dell’Istituto secolare degli Oblati del Sacro Cuore, era nato nacque a Tropea entrando nel 1911 nel Seminario vescovile di Tropea. Nel 1917 passò al Seminario Regionale «Pio X» di Catanzaro e il 5 aprile 1924 venne ordinato sacerdote per poi divenire rettore dello stesso seminario, fondando il circolo culturale calabrese e diverse case di accoglienza per i poveri a Tropea, Parghelia, Vibo Valentia ed a Roma. Nel 1942 fu colpito da una forma grave di paralisi che gli impedì l’uso della parola e del lato destro del corpo. Per 27 anni, fino alla morte, rimase relegato nella sua stanza, impossibilitato a muoversi. Il processo diocesano sulle virtù è stato introdotto il 15 ottobre 1981, è stato dichiarato “Venerabile” da Papa Benedetto XVI il 17 dicembre 2007. Alla sua intercessione è stato attribuito un miracolo avvenuto nel 2010 la cui inchiesta diocesana, celebrata nella diocesi di Mileto dall’8 agosto 2012 al 5 aprile 2013, è poi passata alla fase romana che ha dato parere favorevole. Ora, quindi, si è registrata l’autorizzazione al decreto anche da parte di Papa Francesco.