Parole, suoni e sapori d’altri tempi, successo di pubblico

Cala il sipario sulla XX edizione della manifestazione patrocinata dalla Pro Loco Civitas Citrarii

Grande successo e partecipazione anche quest’anno per la manifestazione “Parole, suoni e sapori d’altri tempi – Recita di poesie in vernacolo”, patrocinata dalla Pro Loco “Civitas Citrarii” e ideata, a suo tempo, dal poeta Giovanni Forestiero, per anni vicepresidente della stessa associazione. Alla manifestazione, giunta alla XX edizione, svoltasi nei giorni scorsi, hanno partecipato numerosi poeti dialettali del territorio e un folto pubblico, tanto da confermarsi uno degli appuntamenti più attesi dell’estate cetrarese. L’evento, moderato da Ester Portadibasso, docente e scrittrice, è stato aperto dai saluti del presidente della Pro Loco “Civitas Citrarii”, Ciro Visca. A seguire, gli interventi del vicesindaco e assessore alla Cultura di Cetraro, Fabio Angilica, e del professore Giuseppe Forestiero. Quest’ultimo, in un breve intervento dal titolo “Divagazioni erudite sul tema del dialetto di Cetraro”, con opportune esemplificazioni, ha messo, in particolare, in guardia gli studiosi del dialetto dai rischi di una ricerca approssimata e superficiale. Nel corso della serata, hanno poi recitato poesie in vernacolo, proprie o di altri poeti, Marina De Pasquale, Pina Mazzeo, Rosanna Occhiuzzi, Carmine Pepere, Lido Picarelli, Mario Volati, Antonio Sgrò, tutti di Cetraro. A seguire, Domenico Salemme, di Grisolia, Mario Gagliardi, di Acquappesa, Franco Del Buono, di Fiumefreddo Bruzio, Tonino De Marco, di Rogliano, Franco Calomino (Franchinu ‘u funtanaru), di Cosenza, Mario Iazzolino, di Cosenza, Ciccio De Rose, di Cosenza, Cesare Reda, di Pietrafitta, e Olga De Luca, di Belvedere Marittimo hanno, a loro volta, deliziato il numeroso pubblico presente recitando le loro apprezzate composizioni. L’intrattenimento musicale è stato assicurato da Alfio Moccia, di San Benedetto Ullano, e dal duo composto da Benedetto Martilotta (chitarra) e Franca Cristofaro (voce), di Cetraro. Tutti i poeti intervenuti hanno ricevuto un attestato di partecipazione da parte della Pro Loco “Civitas Citrarii”. Come da tradizione, la serata si è conclusa con la degustazione di piatti tipici preparati dalla signora Lina Caruso, accompagnati da buon vino locale.

T.R.