Notte dei musei, c’è anche Antiquarium di Torre Cimalonga

Anche l’Antiquarium di Torre Cimalonga aderisce sabato 18 maggio alla Festa dei musei e alla Notte europea dei musei, iniziativa promossa dal Mibac.

“Anche quest’anno -ha affermato Francesco Dodaro, responsabile dell’area Educazione e Ricerca della Soprintendenza Abap per le province di Catanzaro, Cosenza e Crotone- abbiamo scelto di promuovere tale evento per valorizzare il patrimonio archeologico e storico del museo.

Dopo il successo delle passate edizioni, proporremo una serie di iniziative e attività aperte al pubblico grazie alla fattiva collaborazione con Simone Marino, responsabile dell’Antiquarium, e con l’area archeologica della Sabap”.

L’iniziativa, patrocinata dal Consiglio d’Europa e da ICOM, coinvolgerà nella stessa sera 3.200 musei in 30 Paesi, con lo scopo di promuovere l’identità culturale europea in tutti gli Stati dell’Unione.

Tema di riflessione per la Festa dei musei sarà “musei come hub culturali: il futuro della tradizione”, proposto per la Conferenza generale di Kyoto 2019.

Alla sera, poi, si darà il via alla quindicesima edizione della Notte Europea dei Musei, con tre ore di apertura straordinaria serale.

“Per l’occasione -ha concluso l’ingegnere Dodaro- proporremo l’iniziativa: Enotri e Greci. All’origine dell’Europa a Scalea. I visitatori saranno guidati, attraverso i frammenti ceramici del VI secolo a.C., alla scoperta di come i greci e gli indigeni enotri si incontrarono per la prima volta a Scalea sul pianoro della Petrosa. Gli archeologi della Soprintendenza racconteranno loro la storia di questo incontro di differenti civiltà”.

L’evento si svolgerà dalle 20,00 alle 23,00.

 

Simona De Maria