“Cake art” se la cucina è per beneficenza

Conclusa a Cetraro, presso l’istituto Silvio Lopiano, la prima edizione del  concorso di cake design,  organizzato dall’esperta cake design cetrarese Claudia Losardo. Il ricavato del concorso è stato devoluto all' Associazione italiana per la lotta al neuroblastoma”, che opera da anni presso l’Ospedale pediatrico “Gaslini” di Genova.

 Conclusa a Cetraro la prima edizione di “Cake art”, concorso di Cake design, a scopo benefico, organizzato dall’esperta cake design cetrarese Claudia Losardo e dedicato a professionisti e principianti del settore. L’evento si è svolto presso l’Istituto d’istruzione superiore “Silvio Lopiano”, grazie alla disponibilità del dirigente scolastico, Graziano Di Pasqua, che ha pienamente condiviso lo scopo meritorio dell’iniziativa. Il ricavato del concorso è stato, infatti, devoluto all’Associazione italiana per la lotta al neuroblastoma”, che opera da anni presso l’Ospedale pediatrico “Gaslini” di Genova.

Il tema scelto per la manifestazione è stato “La torta artistica”; i partecipanti, in tutto undici, provenienti da varie regioni, si sono, infatti cimentati nella realizzazione di una torta ispirata ad alcune opere d’arte (pittoriche, scultoree, musicali, ecc.), seguendo la propria tecnica preferita. I giudici, tutti esperti nel settore, sono stati Annalisa Stillavato, Cinzia Santoro, Andrea Pizzaleo e Pietro Galea. Ad aggiudicarsi le vittoria è stata Ninfa Tripudio, di Cosenza, con una bellissima torta ispirata al dipinto “Le Ninfe”, di Monet, seguita da Daniela Erboso, anche lei di Cosenza, con una torta altrettanto suggestiva, intitolata “Poster d’autore” e ispirata a uno di più grandi successi di Claudio Baglioni; terzo classificato è stato, invece, Enrico Vivenzio, di Napoli, con una creazione molto originale, ispirata, a sua volta, al quadro di Salvador Dalì, intitolato “La persistenza della memoria”.

I premi consegnati ai tre vincitori e i riconoscimenti per i giudici sono stati realizzati dal professore Fulvio Longo, docente presso il Liceo artistico dell’Istituto Lopiano, in collaborazione con il signor Pino. Inoltre, una suggestiva torta ispirata ai bellissimi mosaici che proprio il Liceo artistico di Cetraro sta realizzando sul lungomare della città è stata regalata al dirigente scolastico Di Pasqua dall’organizzatrice, Claudia Losardo che l’ha realizzata in collaborazione con Cinzia Santoro, Annalisa Stillavato, Anna Giudice, Pietro Galea, Andrea Pizzaleo e Anna Siricola de Renzis. Grande soddisfazione per il successo ottenuto e la grande partecipazione è stata espressa dalla stessa Claudia Losardo, che ormai da anni, a Cetraro e nel comprensorio (ma non solo!) ha saputo fare della passione per il cake design una professione, che la sta proiettando verso successi sempre maggiori. “Sentirmi dire da tutti coloro che hanno, in vario modo, partecipato a questa prima edizione del concorso “Cake art” di Cetraro che ho regalato loro un sogno è stata per me una grande vittoria – ha, infatti, commentato – Pertanto, con immenso piacere salutiamo la prima edizione e iniziamo già a pensare alla seconda, che si svolgerà, presumibilmente, il 18 e il 19 aprile del prossimo anno, sempre presso i nostri Licei, con il beneplacito del nostro grande preside, Graziano Di Pasqua, al quale voglio rivolgere un sentito ringraziamento per la grande disponibilità sempre mostrata nei nostri confronti”.

A sua volta, la vincitrice del concorso, Ninfa Tripudio, ha dichiarato: “Non riesco ancora a credere di aver vinto e di essere stata premiata anche dalla giuria popolare! Una indescrivibile emozione al termine di un evento straordinario. Grazie di cuore, a Claudia Losardo per prima, per la sua meravigliosa iniziativa nella nostra Calabria. Per l’accoglienza e per l’affetto della sua bellissima famiglia. Per il suo supporto costante, disponibilità ed entusiasmo che ci hanno accompagnati tutti in queste due giornate. Grazie per la sua generosità nel creare un evento per una così nobile causa: raccogliere fondi per finanziare la ricerca per la lotta al neuroblastoma. Grazie alla giuria di esperti, Annalisa Stillavato, Cinzia Santoro, Pietro Galea e Andrea Pizzaleo per aver apprezzato la mia opera decretandola vincitrice. Grazie soprattutto per i generosi consigli e le critiche costruttive che ci consentiranno di crescere e migliorare. Questa esperienza mi ha lasciato tanto. Un bagaglio personale che porterò con me per sempre! Così come porterò nel cuore le meravigliose persone conosciute grazie a questo evento”.

Clelia Rovale