Sanità, il Tar sospende i Dca di Occhiuto sul budget ai privati

Accolto in tempi record il ricorso cautelare proposto dal gruppo iGreco Ospedali Riuniti

Sono nati male, molto male. E ora rischiano di finire peggio i Dca della struttura commissariale “dedicati” ai budget da destinare ai privati convenzionati. Dopo l’errata corrige del probabile “copia e incolla” a proposito della data per la firma dei contratti (erroraccio “corretto” da il Fatto di Calabria) ecco che ora i decreti vengono sospesi dal Tar in via cautelare su ricorso avanzato dal gruppo iGreco. I giudici amministrativi hanno infatti accolto il ricorso cautelare della struttura IGreco Ospedali Riuniti, rappresentata e difesa dall’avvocato Alfredo Gualtieri. Un accoglimento in tempi record, addirittura (da quanto si apprende) questione proprio di ore se si tiene presente che i Dca sono del 17 (versione con data sbagliata) e del 18 in versione definitiva.
Ora la decisione nel merito del Tar sarà assunta in camera di consiglio il prossimo 16 novembre. Il termine fissato dalla Regione per la sottoscrizione degli accordi era stato indicato per il 4 novembre, contro il 31 agosto 2022 della prima (sbagliata) versione. Ma il fatto stesso che in tempi davvero record il Tar abbia da subito sospeso l’efficacia dei Dca con i budget dentro è sintomatico di anomalie che sarebbero contenute nei testi. Alcune di queste persino grossolane…

I.T.