Rischio Covid, Calabria “attenzionata” dal ministero

Preoccupa l'ultima incidenza settimanale, per il Centro europeo di prevenzione sarebbe già da zona rossa. Verso il giallo il Friuli

Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona gialla prima di Natale ma, secondo le prime indiscrezioni sul report settimanale del ministero pubblicate sul Corriere della Sera, preoccupano molto anche Calabria e Marche.
Critica la situazione della Provincia di Bolzano, anche se le terapie intensive restano sotto la soglia critica.
《Indubbiamente – riporta il Corsera – la regione che sta peggio è il Friuli Venezia Giulia con 233 casi settimanali su 100mila abitanti e il 10,9% di posti occupati in terapia intensiva e sotto soglia soltanto l’area medica con il 9,9%. Se l’evoluzione della curva verso l’alto non si ferma rischia di andare in giallo prima di Natale.
Soltanto quattro regioni (Basilicata, Puglia, Sardegna e Molise) sono sotto i 50 casi.
Rischia il Friuli Venezia Giulia, ma anche la Calabria e le Marche. Queste ultime hanno 88,1 casi il 10% dei posti occupati in terapia intensiva, il 7,2% in area medica.
A preoccupare è la risalita veloce della curva epidemica tutta Italia. La scorsa settimana l’incidenza nazionale era pari a 53, ora è a 78. La media di occupazione dei posti in ospedale rimane ancora molto sotto soglia ma è importante frenare la corsa del virus.
Molto critica la situazione della Provincia autonoma di Bolzano con 316,3 casi e il 13,6% di posti occupati in area medica anche se resistono le terapie intensive che sono al 6,3%.
La Lombardia ha il 56,8 casi settimanali il 6,4% di posti occupati in area medica e il 2,9% in terapia intensiva. Il Lazio a 89,7 casi l’8,3% di area medica.
Il Veneto ha 115,3 casi, l’Emilia-Romagna 87,7 e la Sicilia 66,6 la Toscana 71,9.
La norma in vigore decreta il passaggio da zona bianca a zona gialla con l’incidenza settimanale oltre 50 casi il 10% dei posti occupati in terapia intensiva e il 15% in area medica》.
Ma se per Iss e ministero i “colori” cambiano soprattutto in base alle ospedalizzazioni diversa è la mappa reale del contagio “fotografata” dal Centro europeo per la prevenzione delle malattie infettive. Cartina che vede invece la Calabria già in zona rossa.