Coronavirus, in Calabria sono già “sature” le Terapie intensive

Meno in affanno i reparti ordinari ma nelle prossime settimane la situazione potrebbe velocemente peggiorare in tutta la regione

Il virus continua a riempire gli ospedali calabresi e si preannunciano settimane difficili. L’Annunziata ha esaurito la capienza dei posti disponibili in Rianimazione (6) e dirottato a Catanzaro (il secondo trasferimento in due giorni) un settimo paziente bisognoso di cure intensive. E, anche l’area medica dell’hub cosentino è vicina al collasso (solo 2 letti disponibili). L’attenzione, però, è rivolta, soprattutto alle aree critiche vicine alla saturazione in tutta la regione dopo i tre nuovi ingressi di ieri. La soglia epidemica ha toccato ieri il 9,2%. Con un nuovo ricovero quella linea sarà superata. Meno in affanno i reparti ordinari, nonostante i due ricoveri in più di ieri. Complessivamente, sono 115 i malati e il tasso di occupazione è all’11,87%.