Nessuna frode al Fisco, assolto l’avvocato Morcavallo

L’ex presidente dell’Ordine di Cosenza prosciolto «per non aver commesso il fatto». «È la fine di un incubo»

Oreste Morcavallo, avvocato amministrativista di Cosenza, non ha frodato il fisco. Il legale è stato assolto per non aver commesso il fatto al termine di un procedimento giudiziario durato circa cinque anni, tra indagini e processo. Per via di questa inchiesta, Morcavallo non si era potuto ricandidare alla presidenza dell’Ordine degli avvocati di Cosenza. La sentenza di assoluzione – l’accusa era frode fiscale e occultamento di documenti contabili – è stata emessa dal giudice Francesca Familiari lunedì; il magistrato ha assolto anche la moglie di Morcavallo, Rossella Boccassile, dalle accuse scaturite dalle indagini avviata dalla Guardia di Finanza di Cosenza. L’accusa aveva chiesto tre anni per l’avvocato e l’assoluzione per la moglie. Morcavallo era difeso da Enzo Belvedere e da Giovanni Flora, la moglie da Nicola Carratelli. «Finisce finalmente un incubo – ha dichiarato l’avvocato Morcavallo – che ha condizionato la mia vita personale, familiare, professionale ed istituzionale. Non ho mai avuto alcun dubbio sulla perfetta liceità dei miei comportamenti e di quelli dei miei collaboratori ed ho sempre nutrito massima fiducia nella Giustizia, che per la mia tradizione familiare specifica, per i ruoli istituzionali ricoperti in quasi mezzo secolo e per la mia professione, costituisce da sempre il mio riferimento sommo ed il faro per perseguire la certezza del diritto. Devo ringraziare i miei difensori, Prof. Avv. Giovanni Flora, Avv. Vincenzo Belvedere e Avv. Nicola Carratelli, maestri italiani nel diritto penale e processuale penale, che hanno magistralmente condotto l’attività di difesa e, i miei Colleghi Consiglieri dell’Ordine degli Avvocati, i Colleghi Avvocati e semplici cittadini che mi hanno sempre manifestato affetto e fiducia».