Detenzione di armi, pregiudicato arrestato nel Vibonese dopo inseguimento su A2

A insospettire i carabinieri il fatto che l’uomo, un 66enne, alla vista dei militari ha effettuato con l’auto una manovra indecisa

Un pregiudicato di Stefanaconi è stato arrestato questa mattina dai carabinieri di Vibo Valentia. Si tratta di Pasquale Conidi, 66 anni. L’uomo, difeso dall’avvocato Giuseppe Di Renzo, deve rispondere del reato di detenzione di armi. Nello specifico i carabinieri della Sezione Radiomobile di Vibo Valentia hanno arrestato l’uomo per detenzione di pistola clandestina calibro 7.65 e 20 proiettili.
I fatti.
La sera di vigilia di ferragosto, nel corso di un controllo alla circolazione stradale nei pressi del nevralgico svincolo autostradale di Sant’Onofrio, i carabinieri dell’equipaggio radiomobile hanno notato l’andatura piuttosto insolita di un veicolo. Alla vista dei carabinieri l’uomo alla guida ha infatti effettuato una manovra indecisa che ha subito destato sospetto. Ha quindi avuto inizio l’inseguimento lungo l’A2 direzione Salerno e dopo pochi chilometri l’uomo è stato fermato sulla corsia di emergenza. L’immediata perquisizione del veicolo ha dato esito positivo: nascosta e avvolta in un panno hanno trovato la pistola e le munizioni incastonate in un’insenatura ricavata dietro il vano porta oggetti.