Lei rompe con il fidanzato e il branco prende padre e fratello a calci e pugni. 11 arresti

Nove persone sono finite ai domiciliari e due in carcere. L’accusa di lesioni personali aggravate, atti persecutori e violanza privata oltre che calunnia

I Carabinieri della compagnia di Crotone, con il supporto di personale dello Squadrone eliportato Carabinieri Cacciatori Calabria, stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Crotone, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 11 persone (di cui 2 destinatari della misura in carcere e 9 degli arresti domiciliari), indagate, a vario titolo, di atti persecutori, lesioni personali aggravate, violenza privata e calunnia.
I fatti risalgono allo scorso 19 maggio quando, a Cutro, gli indagati hanno aggredito a calci e pugni e con oggetti contundenti, il padre e il fratello di una ragazza che aveva deciso di interrompere, a marzo la relazione sentimentale intrattenuta con uno degli aggressori. L’attività investigativa è stata difficile per la mancata collaborazione dei testimoni che avevano assistito al pestaggio a seguito del quale, le due vittime hanno riportato lesioni mentre il fratello della ragazza era stato più volte minacciato nei mesi precedenti.