Covid, Spirlì: 5 comuni in “zona rossa rafforzata”

Coprifuoco anticipato e divieto di raggiungere le seconde case e di andare a trovare, una volta al giorno, amici o parenti. Tutti e cinque si trovano nel Crotonese

Nei giorni 3, 4 e 5 aprile, nei Comuni di Cirò, Cirò Marina, Cutro, Mesoraca e Roccabernarda (tutti provincia di Crotone) sarà in vigore la “zona rossa rafforzata” e saranno limitati gli spostamenti ai fini del contenimento della diffusione del Covid-19. Lo prevede l’ordinanza numero 20 firmata ieri dal presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì. Il provvedimento arriva in seguito all’interlocuzione con il direttore del dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Crotone, con il prefetto di Crotone e con i sindaci dei Comuni interessati.
Non è quindi consentito lo spostamento previsto dal decreto legge del 13 marzo per andare a trovare, una volta al giorno e nel limite di due persone, amici o parenti. Inoltre il coprifuoco scatta dalle ore 20 e non dalle 22, fino alle 5 del mattino. In ogni caso è “fortemente raccomandato”, per la restante parte della giornata – si specifica nell’ordinanza – “di non spostarsi, salvo che per esigenze lavorative, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi. Dalle ore 5 fino alle ore 20 è consentita la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze, e la consegna a domicilio”. È fatto inoltre divieto alle persone fisiche residenti nei comuni interessati “di spostarsi per raggiungere le seconde case, salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza”.