Covid, dieci verbali a Catanzaro per violazioni zona rossa

Dal primo al 6 aprile chiuse ville comunali e Parco Biodiversità

La Polizia locale di Catanzaro ha emesso 10 verbali nei confronti di persone che si spostavano, a piedi o in auto, senza valide motivazioni, e nei riguardi di attività commerciali che non rispettavano le prescrizioni. È questo il primo bilancio dei controlli in zona rossa eseguiti, su indicazione del sindaco Sergio Abramo, dal Comando di Polizia locale.
I vigili urbani, guidati sul campo dai tenente colonnello Franco Basile (nucleo Stradale) e Salvatore Furriolo (nucleo Commerciale), hanno dato seguito all’input del primo cittadino inasprendo le verifiche in diversi punti del territorio. Si tratta, è scritto in una nota, “solo di una prima di tante azioni di controllo delle ordinanze e delle prescrizioni che verranno eseguite nei prossimi giorni”.
Da domani, dalle ore 9 alle 22, e fino al 6 aprile, intanto, saranno chiuse tutte le ville comunali e il Parco della Biodiversità. L’ordinanza “si è resa necessaria per ridurre ulteriormente le possibilità di assembramento”. Fra le motivazioni alla base dell’ordinanza, riporta una nota, vi sono le prescrizioni da zona rossa, in vigore in Calabria, e le segnalazioni su numerosi assembramenti, specialmente fra giovani, ricevute nei giorni scorsi. Le sanzioni previste per il mancato rispetto dell’ordinanza comportano una multa compresa fra 400 e 1.000 euro. (ANSA).