Vibo, focolaio in Rsa non autorizzata

La struttura era stata concessa per soggetti affetti da autismo e non per ospitare anziani

Il Covid ha colpito undici ospiti della RSA di Vibo situata  a palazzo Di Leo e gestita dall’associazione “Nuovi Orizzonti- Casa di Gioele”. La struttura, di proprietà della Provincia, era stata concessa in locazione dalla precedente amministrazione (delibera n. 85 del 14 settembre 2017) con l’obiettivo di realizzare un centro per l’autismo, quale servizio gratuito per le numerose famiglie presenti sul territorio.  Dopo il ricovero degli anziani in ospedale è emerso che  la Rsa non è mai stata autorizzata dall’Ente che aveva concesso la struttura in fitto ma per altre finalità.