Scuola, dirigente: non esiste senza presenza

'Monitoriamo sistema trasporti per avere quadro situazione'

“Stamani ringrazierò i ragazzi per la pazienza e la sensibilità che hanno avuto in questi mesi in cui non sono stati presenti come avremmo voluto. Non c’è scuola senza presenza”.  A dirlo è Vito Sanzo, dirigente scolastico dell’Itts Scalfaro di Catanzaro, uno dei più grandi della città.
L’istituto si è dotato di un termoscanner per il rilevamento della temperature posto all’ingresso e tutti gli accorgimenti necessari per mantenere il distanziamento. “Gli istituti scolastici – dice Sanzo – hanno la propria autonomia che consente di gestire questa situazione per garantire la didattica. La speranza è di alzare la percentuale della presenza che adesso è al 50%”.
Già dalle prime battute, però, sta emergendo il problema trasporti per i ragazzi dei centri della provincia. “Il nostro istituto – spiega Sanzo – è frequentato da molti studenti che provengono da paesi di tutta la provincia e non sempre ci sono i doppi turni dei trasporti. Questo è sicuramente un problema che stiamo monitorando. Ci siamo dotati di un referente per la mobilità per verificare i flussi e come i ragazzi arrivano a scuola. Vogliamo verificare se ci sia stato il potenziamento di cui è stato detto. In alcune zone sicuramente c’è stato ma so per certo che, ad oggi, ci sono alcune realtà come Taverna e Botricello che sono collegate con una sola corsa. L’ordinanza emessa dal presidente ff della Regione che prevede la possibilità per le famiglie di scegliere se proseguire la didattica a distanza nasce per garantire soprattutto il diritto allo studio a chi è svantaggiato dai trasporti. Al momento abbiamo avuto solo tre richieste di did ma oggi metteremo sul sito istituzionale della scuola la domanda per chiedere la did per motivi di trasporti, di salute o altro”. (ANSA).