Ndrangheta, dieci arresti nel Reggino

I destinatari del provvedimento sono già stati condannati dal Tribunale di Locri il 22 giugno dello scorso anno a conclusione del procedimento penale scaturito a seguito dell’operazione di Polizia “Mandamento Jonico”

I carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione all’alba ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Locri su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria a carico di 10 persine ritenute affiliate a diverse consorterie criminali del territorio locrideo.
I destinatari del provvedimento restrittivo sono già stati condannati dal Tribunale di Locri il 22 giugno dello scorso anno a conclusione del procedimento penale scaturito a seguito dell’operazione di Polizia “Mandamento Jonico”, poiché ritenuti responsabili di aver fatto parte di una associazione mafiosa operante sull’intero territorio nazionale, allo scopo di commettere delitti in materia di armi, contro il patrimonio, la vita e l’incolumità individuale, nonché in materia di commercio di sostanze stupefacenti, estorsioni, usure, furti, abusivo esercizio di attività finanziaria, riciclaggio, reimpiego di denaro di provenienza illecita in attività economiche.