Salumificio in casa, Nas sequestra 600 chili di carne

Era priva di tracciabilità. Attività svolta senza autorizzazioni

Aveva allestito in casa, senza essere in di alcuna possesso autorizzazione, un vero e proprio salumificio artigianale. Un uomo di 29 anni N.V., è stato denunciato per violazioni amministrative dai carabinieri del Nas di Reggio Calabria che hanno sequestrato circa 600 chili tra salumi e carne.
I militari, nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto, di sofisticazioni, frodi alimentari e reati in materia di sanità, hanno effettuato un controllo sequestrando complessivamente 457 chilogrammi di salumi e 115 chilogrammi di carne di suino privi tracciabilità. I sigilli sono stati apposti anche all’attrezzatura utilizzata per la lavorazione per un valore totale di circa 30 mila euro.
I militari, nell’ambito dei controlli, eseguiti con il personale dei Carabinieri Forestale, hanno denunciato anche il padre convivente, D.V., di 67 anni, sorpreso mentre svolgeva attività di uccellagione. L’uomo è stato trovato in possesso di volatili appartenenti a specie protette, 18 cardellini, rimessi poi in libertà. Sequestrate gabbie e reti utilizzate per la cattura. Ai due sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 11.500 euro.