‘Ndrangheta:confiscati beni per 13 mln a imprenditore

E' ritenuto affiliato a cosca del Reggino

Beni mobili e immobili per oltre 13 milioni di euro sono stati confiscati dal comando provinciale della Guardia di finanza di Reggio Calabria a Carmelo Sposato, di 46 anni, imprenditore edile, ritenuto affiliato alla cosca di ‘ndrangheta “Sposato-Tallarida” di Taurianova.
Il provvedimento è stato emesso su richiesta della Procura della Dda di Reggio Calabria, diretta da Giovanni Bombardieri, a conferma di quanto già disposto dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria, con cui era già stata applicata la misura di prevenzione patrimoniale del sequestro di beni.