Toghe sporche, sequestro di beni per Petrini

Misura disposto dal Gip del Tribunale di Salerno su richiesta della Procura Repubblica – Dda anche nei confronti di Emilio Santoro detto Mario, Giuseppe Tursi Prato detto Pino, Francesco Saraco e Vincenzo Arcuri.

Nuova tegola per il giudice Marco Petrini. Nella giornata odierna, il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di finanza di Crotone e lo Scico hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo per equivalente, finalizzato alla confisca, disposto dal Gip del Tribunale di Salerno su richiesta della Procura Repubblica – Dda– del medesimo capoluogo, nei confronti di Marco Petrini, Emilio Santoro detto Mario, Giuseppe Tursi Prato detto Pino, Francesco Saraco e Vincenzo Arcuri.
Nel corso dell’indagine, nota come Operazione genesi, diretta dalla Procura Distrettuale di Salerno e condotte dalla Guardia di Finanza di Crotone unitamente allo Scico, vennero individuati svariati episodi corruttivi in atti giudiziari commessi da professionisti, imprenditori ed avvocati.