Villa Torano, la procura ordina nuova acquisizione di documenti

Saranno ascoltate altre persone. In paese ancora 5 positivi in più rispetto al giorno precedente ma buone notizie arrivano da Acri (15 negativi su 17 tamponi in esito) e da Butangas di Montalto

L’informativa dei carabinieri è stata depositata, su richiesta della procura di Cosenza. Ma il lavoro investigativo attorno alla vicenda di Villa Torano tutto è fuorché da considerarsi chiuso. Al contrario sono state disposte nuove acquisizioni di documenti e un nuovo elenco di persone da “sentire” è già pronto, oltre a quelle già ascoltate fin qui. Sommarie e generiche informazioni, non sono (ancora) veri e propri interrogatori ma è chiaro che il quadro più si allarga più invece si va restringendo il cerchio all’interno del quale la procura ha già individuato come fulcro dell’inchiesta. Eventuali omissioni, inosservanze, cattive o nulle comunicazioni in ordine alla sicurezza pubblica dell’intera Valle del Crati: ci si muove dentro questi parametri. Lo scenario investigativo del resto è ampio e potrebbe anche vedere protagonista “in campo” la procura di Catanzaro, fino a prova contraria perimetro entro il quale altre regole sulla carta potrebbero essere state infrante.
Intanto, sul fronte dei contagi, proprio Torano sale ancora nel conteggio quotidiano rispetto a ieri. Il report giornaliero dei positivi al Coronavirus si posiziona su 80 contagiati, più 5 rispetto a ieri. Buone notizie arrivano invece da Acri dove dei 17 tamponi in esito è arrivato il responso per 15, tutti negativi. Si tratta di amici e parenti del “giro stretto” dei 4 contagiati che sono di Acri e che sono tutti dipendenti di Villa Torano (2 di questi in malattia da tempo e con certificato medico contenente proprio i sintomi del virus). Si temeva il peggio, in relazione al rischio pandemico in paese. Ma i 15 esiti negativi su 17 incoraggiano in direzione dell’ottimismo. Altra buona notizia, ne abbiamo dato conto in giornata, arriva dallo stabilimento Butangas di Montalto Uffugo. A causa del possibile contagio con un dipendente che convive in casa con un familiare positivo (sempre risalente a Villa Torano) è stato deciso nei giorni scorsi di “tamponare” tutti i dipendenti dell’azienda di distribuzione del gas. E gli esiti sono negativi per tutti, facendo così tirare un grosso sospiro di sollievo a tutta la comunità.

I.T.