Spoke Corigliano-Rossano, chek in a cura della Prociv

Monitoraggio e controllo degli accessi. Non entrerà chi ha più di 37,5 di febbre e se si è più di una persona

Emergenza Covid-19 (Coronavirus), l’attività di check-in a cura della Protezione Civile, con i volontari, del presidio ospedaliero dello Spoke e dell’Asp sarà garantita anche all’ingresso dell’ospedale Guido Compagna. Il servizio è partito nel primo pomeriggio di ieri. È quanto fa sapere l’assessore alla protezione civile Tatiana Novello ribadendo che l’obiettivo è quello di garantire un maggiore monitoraggio e controllo degli accessi. Anche qui non entrerà chi ha più di 37,5 di febbre. L’ingresso non è consentito in coppia ma per una persona alla volta. Le associazioni di volontari coinvolte nell’iniziativa, insieme al gruppo comunale di Protezione Civile, sono E.R.A. e Lipambiente che affiancheranno i volontari della Croce Rossa nel servizio pre-triage. Disciplineranno gli accessi, evitando quelli superflui e misurando la temperatura col termometro infrarossi.