Pre-triage alla calabrese, dal vento di Paola alla neve di San Giovanni in Fiore…

E la tenda viene giù...

Ed eccole le pre-triage di Calabria, punti di accoglienza dei possibili malati Covid senza che questi possano entrare liberamente in un ospedale. Per la loro incolumità e quella degli altri. Sappiamo bene che poi così non è, di fatto. Dentro queste tende spesso non c’è personale né mezzi all’altezza per approcciarsi ai possibili malati Covid. E senza poi per forza far la fine del paziente di Rogliano sbattuto in uno sgabuzzino del pronto soccorso dell’Annunziata per ore in molti poi alla fine debbono ricorrere alle prestazioni anche preliminari dell’ospedale. Ma le tende pre-triage comunque, sulla carta, servono. A patto che non siano vuote dentro e a patto, ovviamente, che stiano in piedi, le tende. Perché può anche succedere, come è accaduto oggi, che il maltempo e la neve le buttino giù. Sì, tutto e tutti giù per terra. Come tendine per indiani nei campeggi dei bambini. A Paola il vento di San Francesco (video) ha gettato già il pre-triage. A San Giovanni in Fiore il peso della neve ha fatto lo stesso. E i potenziali malati Covid?