Coronavirus, anche Cosenza usa il farmaco antiartrite

Il farmaco utilizzato per l’artrite reumatoide che sta dando buoni risultati nei casi gravi di polmonite interstiziale causati dal nuovo coronavirus è in uso all’Annunziata di Cosenza.

Il farmaco sarà distribuito gratuitamente agli ospedali che ne faranno richiesta per contrastare i casi più gravi. È quello che si legge nella lettera inviata al ministro della Salute e a tutti i Presidenti delle Regioni, dall’azienda farmaceutica che produce il tocilizumab, Roche. L’approvvigionamento sarà garantito per questo periodo di emergenza, fatte salve le scorte necessarie a consentire che i pazienti che lo ricevono per la cura delle patologie per cui è autorizzato lo possano continuare ad avere. Il suo utilizzo per trattare la polmonite causata dalla malattia CoViD-19 (Corona Virus Disease 19) è, infatti, off-label: non esistono cioè studi clinici che dimostrino la sua efficacia nei confronti del nuovo virus. Ma, in seguito a risultati positivi prima ottenuti in Cina e ora anche in Italia su alcuni pazienti, la comunità scientifica sta mostrando interesse per il suo uso.