Bocchigliero, chiusa la Casa protetta “Santa Maria”

All'interno della struttura sono maturati tutti i contagi del Covid-19

E alla fine è arrivata la disposizione del sindaco Benevento che chiude totalmente la Casa protetta per anziani “Santa Maria” di Bocchigliero, come è noto perimetro dentro il quale sono maturati tutti i contagi al Covid-19, un vero e proprio incendio più che un focolaio. Fino al censimento di ieri sera erano 21 i casi positivi al coronavirus, tra dipendenti della struttura sanitaria e ospiti e cioè anziani. Ma il numero è evidentemente previsto in forte crescita perché ancora sono attesi tutti i tamponi effettuati alle rispettive famiglie dei dipendenti positivi, alla spicciolata arrivano i risultati. Una decisione, quella di chiudere la struttura, che secondo alcuni in paese è arrivata persino troppo tardi, anche se ogni passaggio è stato guidato sotto stretta osservanza dell’Asp e della taske force dedicata al Covid-19. Come si ricoderà la Casa protetta “Santa Maria” ha vissuto sin dall’inizio e al proprio interno la genesi dei contagi al virus e anche a seguito di una riunione (domenica scorsa) tra proprietà della struttura, sindaco e Asp s’è deciso comunque di far continuare a lavorare la Casa protetta sia pure in un regime “controllato”. Ma evidentemente non è bastato a contenere i contagi (che crescono) al punto che oggi pomeriggio è intervenuto il sindaco a chiudere completamente la “Santa Maria” con una ordinanza urgente.

I.T.