Tenta di lanciarsi da cornicione, bloccato dai carabinieri

I carabinieri di Rizziconi (Rc) hanno salvato un uomo che tentata il suicidio. E’ successo ieri sera. I militari hanno risposto a una chiamata d’emergenza pervenuta tramite il braccialetto elettronico di cui l’uomo era in possesso. Si tratta di C.L., 45enne di origini rumene, sottoposto agli arresti domiciliari in una casa di riposo di Rizziconi (RC). L’intervento tempestivo degli uomini dell’Arma è risultato poi essere indispensabile. Dopo aver cercato l’uomo per tutta la struttura, i militari sono stati richiamati dalle sue urla, provenienti dal cornicione del terrazzo situato al 5° piano dell’edificio, che hanno permesso ai militari di comprendere le intenzioni insane dell’uomo, deciso a lanciarsi giù dal parapetto.    Giunti sul tetto prima del compimento del folle gesto, i carabinieri hanno iniziato un’intensa opera di mediazione con l’uomo, in preda ad un forte stato depressivo ed in stato di ebbrezza dovuto ad un abuso di sostanze alcoliche. Dopo circa 15 minuti di vana mediazione, i militari hanno approfittato di un momento di distrazione dell’uomo, che era chino a piangere, per afferrarlo ad un braccio ed trascinarlo lontano dal cornicione nella parte interna del terrazzo, al fine di scongiurare ogni insano gesto. Successivamente, allertato il personale sanitario del 118, l’uomo è stato trasportato all’ospedale di Polistena, dove è stato ricoverato per le cure del caso e sottoposto al trattamento sanitario obbligatorio.