Rinascita Scott, Pittelli resta in carcere

Il gip del Tribunale di Catanzaro Barbara Saccà ha rigettato nei giorni scorsi la richiesta di rideterminazione della misura cautelare. I legali presenteranno ricorso

Resta in carcere Giancarlo Pittelli, il penalista catanzarese raggiunto lo scorso dicembre da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nell’ambito della maxi-operazione Rinascita Scott. Il gip del Tribunale di Catanzaro Barbara Saccà ha rigettato nei giorni scorsi la richiesta di rideterminazione della misura cautelare.
I legali Salvatore Staiano e Guido Contestabile avevano motivato la richiesta sulla base della rivalutazione di alcune circostanze chiedendo i domiciliari con la residenza fuori la Calabria. Il Gip ha però rigettato la richiesta e adesso il collegio difensivo è già pronto a ricorrere in appello. Giancarlo Pittelli è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e ritenuto punto di raccordo tra gli interessi della cosca Mancuso di Vibo Valentia e ambienti istituzionali e politici. È recluso da dicembre nel carcere di Nuoro.