Corruzione elettorale, indagato Graziano

Il commissario del Pd calabrese coinvolto in una indagine della procura di Napoli

Uno schema semplice, collaudato, ma ovviamente tutto da dimostrare. E che vede al centro un aspirante operatore socio sanitario che però prima di conquistarsi il posto nel concorsone della Regione Campania deve portare voti, nelle Comunali di Aversa, all’uomo di Stefano Graziano, consigliere regionali del Pd in Campania. Ma trovati i voti a chi doveva trovarli l’aspirante socio sanitario il posto di lavoro nel concorsone non lo ha vinto lo stesso finchè non ha deciso di denunciare tutto e tutti. È il quotidiano “il Mattino”, edizione di Caserta, a rivelare questa mattina i contorni di questa inchiesta condotta dalla procura di Napoli Nord. Oltre a Graziano, per presunta corruzione elettorale, è indagato il consigliere di Aversa Fiorenzano, il collaboratore di Graziano Nicola Tirozzi e Luigi Comparone, il denunciante che sarebbe stato raggirato. Ad ogni buon conto Stefano Graziano si mostra sereno. 《Prendo atto – afferma – che ci sono atti processuali che mi riguardano e di cui non sono stato ancora informato. Sono tranquillo perchè del tutto estraneo alla vicenda》.