Chi ha ucciso Lisa Gabriele?

Stasera nella puntata di "Chi l'ha visto?" si parlerà dell'omicidio della ragazza di Rose, uccisa e abbandonata nel bosco di Montalto Uffugo.

“Sono un poliziotto onesto della Stradale. Per troppo tempo sono stato costretto al silenzio dalla paura…”
Inizia così una lettera anonima che fa nuova luce sulla morte di Lisa Gabriele. La ragazza aveva 22 anni e il suo corpo fu trovato nel bosco della montagna di Montalto Uffugo il 9 gennaio del 2005.

Dopo 14 anni il caso archiviato come suicidio, è stato riaperto dal magistrato inquirente, Antonio Tridico. Secondo indiscrezioni l’omicida sarebbe un poliziotto, già oggetto di altre indagini, che avrebbe avuto con la ventiduenne una relazione e non si escludono altri indagati
Inizialmente l’indagine era stata chiusa indicando il suicidio come causa del decesso dopo che, sul luogo del ritrovamento ,furono scoperti una lettera di ‘addio’ nell’auto di Lisa, accanto a due bottiglie di alcolici e un blister di antidepresisivi, ma fu l’autopsia, alla fine, a svelare la vera fine di Lisa.

L’esame medico legale accertò che Lisa era stata soffocata, ma furono alcuni segni di pneumatici rinvenuti nel bosco accanto al cadavere a far emergere la messinscena del suicidio. Quelle impronte nel terreno, infatti, non erano compatibili con quelle delle gomme della Fiat 500 guidata da Lisa, dove erano state rinvenute le bottiglie di Whisky e il biglietto ‘suicida’. Proprio quest’ultimo fu oggetto di una perizia calligrafica che rivelò che soltanto alcune frasi erano state scritte da Lisa – parole innocue, che nulla avevano a che vedere con il suicidio – mentre il resto era opera dell’assassino o dei presunti assassini.