“Ponte pericoloso su SS 18”, il 13 “Flash mob” nel Catanzarese

Sabato 13 luglio, alle ore 1,.30, si terrà un flash-mob a Gizzeria Lido (Cz), sulla statale 18 Tirrena Inferiore in prossimità del ponte che collega il Comune di Gizzeria con quello di Lamezia Terme. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Fare Per Gizzeria” e dal Meetup di Lamezia Terme e comprensorio, che scrivono:  “Il ponte è molto pericoloso per i passanti che normalmente lo attraversano per recarsi alla fermata del pullman. Il fenomeno – è spiegato in una nota – si incrementa maggiormente nel periodo estivo per i molti ragazzi che utilizzano i mezzi pubblici per recarsi nelle zone marine. La pericolosità è, inoltre, maggiore considerando che nella località Mortilla vi è il deposito dei Tir della GLS che normalmente transitano su quel tratto di strada.Già un anno fa, il 15 aprile del 2018 – ricordano le associazioni – è stata fatta la stessa azione riscuotendo l’interesse delle amministrazioni dei due Comuni che si erano dette propense a risolvere il problema. A più di anno di distanza nulla si è mosso, mentre su quella statale fra Gizzeria e Falerna hanno perso la vita altre tre persone!Avevamo già fatto presente una possibile soluzione con la costruzione di una passarella a ridosso del ponte stesso, ma quello che sollecitiamo ancora una volta è la messa in sicurezza di gran parte della statale, volendo ricordare che proprio in prossimità di quel tratto si è consumata la strage degli otto ciclisti il 5 dicembre del 2010”.

Nella nota si legge poi: “Quante vittime vi dovranno ancora essere prima che il problema venga affrontato di petto e senza scarica-barile circa le responsabilità e le competenze?Invitiamo quante più persone possibili a prendere parte al flash-mob, muniti di ombrelloni, asciugamani e salvagente proprio per dimostrare il forte disagio ed il rischio che corrono ogni volta che i nostri ragazzi raggiungono le località marine. Pericolo costante – si fa rilevare – anche per i residenti poiché ricordiamo che al momento quel ponte è l’unica via di comunicazione fra i due comuni. Denunciamo anche che gli attraversamenti pedonali non sono del tutto a norma con la segnaletica verticale. Sollecitiamo anche – si legge infine – una presa di posizione delle forze politiche ed interventi delle associazioni e delle amministrazioni coinvolte”.