Droga, Viminale: oltre 70% dei sequestri al Sud e nelle Isole

Nel 2018 le forze di Polizia hanno sequestrato in tutta Italia oltre 123 tonnellate di sostanze stupefacenti. Da un punto di vista geografico, ad emergere come valore assoluto rispetto alle altre Regioni è la Sicilia con 29.164,24 chilogrammi di droga e 78.178 piante di cannabis sequestrate, seguita dalla Puglia (18.431,32 kg), dalla Campania (10.491,25 kg ), dal Lazio (9.784,16 kg), dalla Lombardia (6.411,53 kg), dalla Calabria (2.512,51 kg), dalla Toscana (2.161,32 kg) e dalla Liguria (1.837,50 kg). È quanto emerge dalla Relazione annuale, edita dalla Direzione centrale per i servizi antidroga (Dcsa). I valori più bassi si sono avuti in Molise (29,61 kg) e in Valle d’Aosta (1,89 kg). Rispetto al 2017, sono stati registrati aumenti consistenti nei sequestri in Basilicata (+7.365,60%), in Sicilia (+958,87%), in Friuli Venezia Giulia (+151,33%) e in Campania (+131,03). In percentuale, i cali più vistosi sono stati registrati in Molise (-99,02%), in Emilia Romagna (-92,28%), in Abruzzo (-90,87%), nelle Marche (-89,74%) e in Trentino Alto Adige (-75,38%). Prendendo in esame le macro aree, nel 2018 il Sud e Isole è in testa con il 70,42% dei sequestri complessivi, seguito dal Nord con il 15,33% e dal Centro con il 14,25%.