Suocero e cognato sparano all’ex genero

L'uomo ferito si sarebbe allontanato con la figlia di pochi mesi all'insaputa dell'ex compagna

Sono stati arresti con con l’accusa di tentato omicidio aggravato, detenzione e porto illegale di armi comuni da sparo. Si tratta di Cosimo Bevilacqua, classe 1958 , e Andrea Bevilacqua, classe 1987, padre e figlio che  secondo le indagini dei Carabinieri di Reggio Calabria avrebbero teso un agguato il 13 aprile scorso al 19enne Domenico Passalacqua. I due avrebbero aggredito il ragazzo e al termine della litee  lo avrebbero ferito al braccio sinistro con due colpi d’arma da fuoco.

Secondo i carabinieri il movente dell’aggressione è  da ricondurre nei dissidi familiari tra il giovane e i due arrestati, rispettivamente padre e fratello della ex compagna di Passalacqua.

Nello specifico, padre e figlio, hanno atteso la vittima, che giungeva da Catanzaro per riportare il figlio, di pochi mesi, alla ex compagna, alla quale lo aveva sottratto senza un preventivo accordo.

Adesso i due si trovano reclusi al carcere “G. Panzera” di Reggio Calabria.