“I clan schiavizzano la Calabria”

L'appello di monsignor Savino durante l'incontro con gli amministratori della jonio cosentino: basta omertà

«Sono convinto che i calabresi meritano di più. Devono però cambiare mentalità e capire che l’omertà, le complicità, le contiguità con i poteri maosi non ci portano da nessuna parte. La maa ci schiavizza. Noi dobbiamo recuperare la libertà, l’esercizio della libertà». Privacy settings 15/4/2019 Monsignor Savino: «I clan schiavizzano la Calabria» –  Lo ha detto il vescovo di Cassano allo Jonio, mons. Francesco Savino, a margine dell’incontro per gli auguri di Pasqua con gli amministratori del territorio. «Come Pastori e come Vescovi della Calabria nel corso della recente riunione della Cec – ha aggiunto mons. Savino – abbiamo lanciato un sos che è un urlo d’amore. Siamo molto preoccupati, ma parliamo perché vogliamo bene ai calabresi, alla nostra regione. Siamo preoccupati per le tante emergenze come mancanza di lavoro e l’emigrazione dei giovani. C’è un continuo spopolamento. Oramai siamo arrivati a un milione e novecento mila persone. Siamo scesi sotto i due milioni. Noi vogliamo bene ai calabresi e come Chiesa abbiamo detto: noi ci siamo, vogliamo camminare insieme per il cambiamento della Calabria. La Calabria non può sempre risultare in tutte le indagini all’ultimo posto». «I calabresi – ha concluso il presule – potranno farcela perché sono intelligenti e generosi».