Sanità, 《Cotticelli “moralizzatore” a metà…》

Figure importanti del Pugliese di Catanzaro non "dimenticano" il caso di radioterapia oncologica al Marrelli Hospital

Bene il commissario “nuovo” quando fa la “morale” al sistema della sanità che drena risorse pubbliche per ingrassare le imprese private (così lascia intendere che sia andata fin qui). Molto bene il commissario quando accentua l’esigenza di razionalizzare la prestazione “pubblica” così da migliorarne le prestazioni. Persino meglio ancora, il commissario, quando sa distinguere il buon privato che si integra e fornisce sanità di eccellenza così da supplire alle “carenze” del pubblico. 《Ma dove era Cotticelli quando si è deciso di assegnare i soldi al Marrelli Hospital per radioterapia oncologica nel mentre ci sono tre macchine nuove di zecca (sei milioni di euro di spesa) in dotazione al Pugliese di Catanzaro proprio per fare lo stesso lavoro?》. Preferisce rimanere dietro il camice “qualificato”, e manageriale, questa voce del malcontento che si alza, sia pure sottovoce, dal ventre dell’azienda ospedaliera di Catanzaro. 《Al nostro ospedale – continua – è stata assegnata una macchina in più proprio per servire e coprire Crotone, due milioni di euro ad apparecchiatura per radioterapia oncologica. E come mai i commissari hanno deciso lo stesso di finanziare la stessa prestazione al Marrelli proprio per Crotone? Non è forse anche questa razionalizzazione della spesa? Evidentemente il commissario qui si è distratto un pò, o conosce poco il caso. Magari se ne sarà occupato il suo vice che conosce meglio il territorio di Crotone…》.