Maltrattamenti ad alunni, obbligo dimora a maestre nel Vibonese

Sono in corso dalle prime luci dell’alba nel vibonese un’operazione dei Carabinieri della Compagnia di Tropea che stanno eseguendo una misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza emessa dal gip del Tribunale di Vibo Valentia nei confronti di due insegnanti della scuola primaria di Zungri. Le indagini, coordinate dalla Procura di Vibo Valentia, sono state condotte dai Carabinieri della Stazione di Zungri e hanno documentato i maltrattamenti posti in essere nei confronti degli alunni di prima elementare.

E’ partita dalle denunce di alcuni genitori di alunni della prima elementare di Zungri, centro del Vibonese, l’indagine dei Carabinieri che ha portato il gip del Tribunale di Vibo Valentia ad emettere un’ordinanza cautelare di obbligo di dimora nei confronti di due maestre. I militari dell’Arma avrebbero minuziosamente documentato come le maestre, di 65 e 51 anni, facessero sistematicamente ricorso alla violenza fisica e psicologica nei confronti dei bimbi di giovanissima eta’. Violenza che si concretizzava con urla, minacce, insulti e percosse e che si traduceva in un clima di generale intimidazione e soggezione. I magistrati hanno ritenuto il comportamento delle insegnanti non solo contrastante con i compiti educativi a loro demandati, ma anche avulso dai comuni principi di buon senso ed educazione.