Rinviata al 22 maggio l’udienza preliminare per Orlandino Greco

È iniziato oggi l’iter al gup per l’udienza preliminare, tra gli altri, del consigliere regionale Orlandino Greco. Si tratta di un complesso filone di indagine della Dda di Catanzaro che mira a far luce su due competizioni elettorali comunali di Castrolibero, 2008 e 2013. In entrambe le occasioni Orlandino Greco, che non è il solo coinvolto nell’indagine, avrebbe, secondo la Dda, svolto un ruolo di primo piano in una presunta compravendita di voti con alcuni esponenti delle cosche locali. Nei confronti di Greco la Dda ha sempre chiesto l’arresto salvo scontrarsi con 3 bocciature (gip, Riesame e Cassazione). Da qui la richiesta di rinvio a giudizio (con 5 capi di imputazione) che però il gup oggi ha subito rinviato al 22 di maggio, appena il tempo per la costituzione della Regione come parte civile e per l’acquisizione di un ulteriore verbale di un pentito. In aula, per l’accusa, il delegato Pierpaolo Bruni. 《Sono tranquillo e sereno – dice Orlandino Greco – perché a guidarmi è sempre stata la mia coscienza》.