Porto Gioia Tauro, sit-in lavoratori nello scalo: vertice a Roma

Circa 300 persone, fra cui lavoratori con le loro famiglie, sindaci ed amministratori della Piana di Gioia Tauro, hanno dato vita stamane ad un sit-in nell’area dello scalo in concomitanza con un vertice in corso al ministero delle Infrastrutture a Roma, sul futuro dell’Infrastruttura. Al centro della vertenza i licenziamenti annunciati dal gestore, che intende mandare a casa 500 persone. Altri 377, che avevano gia’ perso il lavoro, sono stati poi reintegrati dalla magistratura. La manifestazione si svolge senza incidenti, sotto lo sguardo delle forze dell’ordine, alla presenza dei primi cittadini del comprensorio con le fasce tricolori. Attualmente i lavoratori in servizio nello scalo calabrese, che paga la concorrenza di altri porti del Mediterraneo, sono 1.300.